Un’arte è per sempre: l’importanza di educare al bello. Incontro con il cantautore Roberto Frugone

L’arte è utile? A cosa servono gli artisti?
Perché dedicare tempo e fatica a una passione, sia essa un’arte, uno sport o un hobby?
A quale età è giusto iniziare ad apprendere e praticare un’arte?

Un’arte è per sempre: l’importanza di educare al bello è il titolo di una serata per riflettere su queste e molte altre domande insieme a Roberto Frugone, artista e formatore che delle sue passioni ha fatto una professione.

La conferenza, che si terrà lunedì 27 aprile alle ore 21 presso l‘Auditorium di Villa Sottanis a Casarza Ligure, è parte del progetto L’arte di crescere – Scuola per genitori imperfetti, il ciclo di incontri gratuiti a tema educativo organizzati dal Centro Studi La Contrada in collaborazione con lo Studio di Consulenza Pedagogica di Chiavari e il Centro Bimbi Davvero Veramente di Lavagna.

Roberto Frugone, cofondatore del Centro Studi La Contrada, è cantautore, concertista, insegnante di pianoforte, chitarra e canto moderno, animatore socio educativo, formatore, esperto di comunicazione multimediale e videomaker. Realizza documentari, videoclip, programmi radio web, progetti di media education e formazione per le scuole, lavora dal 2000 per l’ente Villaggio del Ragazzo occupandosi di comunicazione, musica e animazione sociale. Ha pubblicato cinque album di canzoni originali e composto colonne sonore per il teatro, eventi, radio e tv.

Per prenotare la presenza all’incontro è sufficiente

  • telefonare al numero 328.9613571 oppure
  • inviare una mail a info@associazionelacontrada.com

Progetto L'arte di crescere locandina evento Roberto Frugone

Raffaella Campodonico

Educatrice laureata in Scienze Pedagogiche e dell’Educazione presso l’Università degli Studi di Genova. Ha lavorato in progetti per bambini, adolescenti, tossicodipendenti, persone disabili, e per servizi pubblici orientati verso fasce deboli. Oggi si occupa di progetti educativi per minori in situazione di disagio sociale e sostegno allo studio rivolto soprattutto ad alunni della Scuola Primaria, anche con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA). È co-fondatrice dell’Associazione Culturale La Contrada.