Parole di Donna: il nostro bilancio in attesa della nuova edizione

“La cultura è l’unico bene dell’umanità che, diviso fra tutti, anziché diminuire diventa più grande”: così sosteneva, nel secolo scorso, il filosofo tedesco Hans-Georg Gadamer.

È anche dalla condivisione di questo pensiero che al Centro Studi La Contrada desideriamo promuovere eventi culturali capaci di coinvolgere chiunque voglia approfondire, insieme ad altri, i temi delle arti che ancora oggi nutrono la bellezza del mondo: dalla poesia alla narrativa, dalle arti figurative alla musica.

Anche il progetto Parole di Donna – viaggio al femminile nella scrittura e nell’editoria è nato dall’intenzione di condividere e riflettere sugli aspetti della letteratura, legati in questo caso anche alla condizione femminile, campo di battaglia nei secoli, animato da lotte rivolte al superamento delle discriminazioni di genere e al raggiungimento delle pari opportunità.
Un percorso di tre incontri con donne che hanno scelto di dedicare la loro vita professionale alla cultura, in tempi, modi e luoghi diversi, ma con lo stesso desiderio di realizzarsi in un lavoro che sposasse la passione per i libri e per la scrittura.

Centro Studi La Contrada - Parole di Donna 04

Parole digitali: fare editoria nell’era degli e-book è stato il titolo dell’ incontro di venerdì 3 luglio con Annalisa Panesi, direttore editoriale di Panesi Edizioni, casa editrice digitale ligure. Durante la serata abbiamo approfondito il tema dell’editoria digitale, del suo sviluppo negli ultimi anni e delle criticità che ancora presenta.

Annalisa ci ha raccontato la sua storia, la passione per la matematica e quella per i libri, il lavoro in libreria e il sogno di diventare editrice, che ha realizzato e che porta avanti con la tenacia e l’impegno necessari ad affrontare le difficoltà di un lavoro autonomo in un territorio provinciale che troppo spesso guarda ancora con diffidenza le startup innovative.

Centro Studi La Contrada - Parole di Donna 05

La serata del 10 luglio, dal titolo Riscoprire l’identità storica e umana della propria terra, ha avuto come protagonista Mirella Zolezzi, scrittrice di Riva Trigoso che ha dedicato la vita ai libri, come bibliotecaria e come autrice.
L’amore per la Liguria, per le persone che ne hanno fatto la storia, dai migranti ai pescatori, il desiderio di emancipazione e il diritto all’autodeterminazione come donna: questi i principali temi percorsi da Mirella all’interno della sua bibliografia.

Centro Studi La Contrada - Parole di Donna 06

Le parole custodiscono storie: dalla poesia al racconto è il titolo dell’incontro che ha concluso il ciclo del progetto, venerdi 17 luglio, con un appuntamento dedicato alla scrittrice e poetessa leivese Andreina Solari.

Una serata di poesie e di racconti di vita nei quali si è sentito vivo il legame profondo con la propria terra, ma anche un incontro di riflessioni sul ruolo che oggi ha la letteratura all’interno della società e in particolar modo nella scuola, luogo che incide profondamente sulla formazione della sensibilità artistica, dell’intelligenza critica e della capacità di emozionarsi davanti alla bellezza che la cultura offre.

Un’esperienza, quella del ciclo Parole di Donna, che lascia la sensazione di aver lavorato a un progetto utile per chi ha scelto di partecipare: per chi ama scrivere, per chi ama leggere, per chi ama ascoltare storie che parlano di altri, ma in qualche modo anche di se stessi.

È una sfida, ogni giorno, quella di scommettere sulla cultura, renderla fruibile e condivisibile; tutte le persone che hanno dedicato parte del loro tempo al progetto, le protagoniste degli incontri e il pubblico, hanno dimostrato, ancora una volta, quanto la cultura intesa come crescita umana, individuale e collettiva, sia un valore al quale non si può rinunciare.

Centro Studi La Contrada - Parole di Donna - Incontro con Mirella Zolezzi 04

Stiamo lavorando al montaggio dei video degli incontri che pubblicheremo sul nostro canale YouTube a partire dal mese di agosto 2015, in attesa di una nuova edizione del progetto Parole di Donna: restate connessi!

Raffaella Campodonico

Educatrice laureata in Scienze Pedagogiche e dell’Educazione presso l’Università degli Studi di Genova. Ha lavorato in progetti per bambini, adolescenti, tossicodipendenti, persone disabili, e per servizi pubblici orientati verso fasce deboli. Oggi si occupa di progetti educativi per minori in situazione di disagio sociale e sostegno allo studio rivolto soprattutto ad alunni della Scuola Primaria, anche con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA). È co-fondatrice dell’Associazione Culturale La Contrada.