L’occasione digitale: media education e didattica innovativa

L’occasione digitale: opportunità educative al tempo di YouTube e Facebook è il titolo dell’incontro che si è tenuto lunedì 9 febbraio 2015 alle 21 presso l’Auditorium Villa Sottanis a Casarza Ligure, appuntamento parte del progetto L’ARTE DI CRESCERE – SCUOLA PER GENITORI IMPERFETTI, ideato dal Centro Studi La Contrada in collaborazione con lo Studio di Consulenza Pedagogica di Chiavari e il Centro Bimbi Davvero Veramente di Lavagna.

Come avremmo potuto non parlare dell’ambiente digitale come occasione di crescita umana e professionale, (un’occasione digitale, appunto) noi del Centro Studi che sul mondo del web abbiamo deciso di giocare una grande scommessa personale?
Durante la serata abbiamo approfondito il tema della tecnologia intesa come saper fare umano in azione, per discostarci dall’idea diffusa che essa riguardi solo i moderni strumenti elettronici.

L'occasione digitale - Opportunità educative al tempo di YouTube e Facebook.007

Abbiamo analizzato i possibili atteggiamenti che si possono assumere di fronte a essa:

  • timore e rifiuto
  • nostalgia del passato
  • omologazione con la moda tecnologica iperconnessa

E naturalmente abbiamo anche illustrato l’approccio opposto alle tecnologie digitali e in particolare modo al web, che noi del Centro Studi prediligiamo:

  • lo stile creativo
  • il metodo collaborativo

IDENTIKIT DELLA NUOVA GENERAZIONE DIGITALE

Crediamo che quello dei nativi digitali si connoti spesso come un falso mito utile a rafforzare l’idea di un digital divide incolmabile tra giovani e adulti.

L'occasione digitale - Opportunità educative al tempo di YouTube e Facebook.015

In realtà nessun bambino nasce dotato di un bagaglio di competenze digitali e nessun ragazzo è saggio in partenza nell’uso della rete; saper utilizzare con dimestichezza e spirito critico le tecnologie di informazione e comunicazione necessita di un percorso di alfabetizzazione digitale, da parte di tutte le generazioni.

Da qui nasce quello che oggi è diventato un diritto e un dovere per ognuno di noi: la conoscenza e l’aggiornamento, che ci permettono di usare bene la rete, affrontandone i rischi e cogliendone le opportunità.

TECNOLOGIA E APPRENDIMENTO

Gli strumenti digitali possono diventare facilitatori dell’apprendimento e strumenti di inclusione, da utilizzare a casa e a scuola. Durante l’incontro abbiamo condiviso esempi di didattica innovativa, dalla modalità della classe capovolta che inverte il tradizionale schema di insegnamento e apprendimento, alla  didattica laboratoriale attraverso l’utilizzo di supporti digitali che rendono gli studenti protagonisti attivi del loro sapere.

Una tecnologia, insomma, che rende l’insegnamento più accessibile e rapido, che stimola la motivazione e il coinvolgimento emotivo nel processo di apprendimento, il quale può essere condiviso con gli altri attraverso la rete.

L'occasione digitale - Opportunità educative al tempo di YouTube e Facebook.026

L’elemento della condivisone è stato anche quello che ha reso l’incontro di lunedì scorso un utile occasione di confronto, uno spazio di espressione e, ci auguriamo, anche di stimolo per un atteggiamento propositivo di fronte all’utilizzo delle tecnologie digitali.

Ringraziamo quindi le persone che hanno deciso di partecipare alla conferenza, ascoltando le nostre esperienze, quelle maturate durante i percorsi professionali, che si arricchiscono ogni giorno grazie allo studio e alla collaborazione costruttiva con chi condivide con noi la passione per la formazione e per il mondo educativo, il quale oggi si lega inevitabilmente con quello digitale.

Centro Studi La Contrada - L'occasione digitale 03

Guarda la playlist del nostro canale YouTube con i video dell’incontro “L’occasione digitae: opportunità educative al tempo di YouTube e Facebook”

Raffaella Campodonico

Educatrice laureata in Scienze Pedagogiche e dell’Educazione presso l’Università degli Studi di Genova. Ha lavorato in progetti per bambini, adolescenti, tossicodipendenti, persone disabili, e per servizi pubblici orientati verso fasce deboli. Oggi si occupa di progetti educativi per minori in situazione di disagio sociale e sostegno allo studio rivolto soprattutto ad alunni della Scuola Primaria, anche con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA). È co-fondatrice dell’Associazione Culturale La Contrada.