Viaggio nell’arte moderna: laboratori di pittura per bambini con Maria Rocca

Con l’arrivo dell’estate il Centro Studi La Contrada propone un percorso di avvicinamento alla pittura per alunni della Scuola Primaria e dell’ultimo anno della Scuola dell’Infanzia“Viaggio estivo nell’arte moderna” è il titolo dei laboratori di pittura per bambini che saranno condotti dall’artista visiva Maria Rocca proprio all’interno del suo studio: i bimbi saranno invitati a sperimentare e creare le loro personali composizioni circondati dall’atmosfera del luogo dove nascono idee e progetti di un artista, tra matite, colori, pennelli, carte, tele e materiali vari.

Il percorso si svilupperà attraverso la scoperta e la conoscenza di alcuni dei protagonisti della storia dell’arte moderna: pre-impressionisti, espressionisti, cubisti, esponenti della pop art e del nuovo realismo. Per questo motivo i laboratori saranno suddivisi in cinque incontri, ognuno dei quali dedicato ad artisti diversi. Sarà possibile partecipare al numero desiderato di laboratori, previa iscrizione all’Associazione Culturale La Contrada (costo tessera annuale socio ordinario 25 euro.). Il costo di ogni laboratorio, della durata di due ore ciascuno, è di 25 euro. Per informazioni e iscrizioni è attivo il numero del Centro Studi 347.2248330 o la mail info@associazionelacontrada.com.

Centro Studi La Contrada - Laboratorio di pittura per bambini

Laboratorio 1. L’ANIMA DEL CAVALIERE AZZURRO
Attraverso l’osservazione di opere di Wassily Kandisky e Franz Marc e avvicinandosi agli scritti del gruppo Il cavaliere azzurro di cui fece parte anche Paul Klee, i bambini realizzeranno dei dipinti interpretando liberamente forme e colori.

Laboratorio 2. LE BELVE DIVORANO I COLORI
Prendendo ispirazione da Henri Matisse, pioniere del movimento Fauves (belve) della Francia di inizio ‘900 e dal suo desiderio di liberare i colori e utilizzarli anche con selvaggia violenza espressiva, i bambini saranno accompagnati nella realizzazione di opere espressioniste.

Laboratorio 3. RITRATTO CUBISTA
Il cubismo di Pablo Picasso e Georges Braque: un rivoluzionario modo di rappresentare la realtà, immaginando il modo di mostrare un oggetto o un personaggio , osservandolo da diversi punti di vista contemporaneamente. I bambini realizzeranno ritratti alla maniera cubista.

Laboratorio 4. COLORE POP
Andy Warhol e la Pop Art negli anni ‘60 investì musica, arte, danza, moda, design, architettura. Le dimensioni divennero monumentali, i particolari ingranditi e gli effetti moltiplicati attraverso la serigrafia industriale, le grandi tirature a tonalità uniche, particolari. In laboratorio si sperimenteranno alcune tecniche per riprodurre all’infinito le immagini così come facevano gli artisti della Pop Art.

Laboratorio 5. MELE, BOTTIGLIE E PIATTI SPORCHI
La natura morta, ovvero la rappresentazione di oggetti inanimati e statici, ha origini antiche e percorre i secoli. In laboratorio ci si confronterà con l’opera di Paul Cézanne, Giorgio Morandi e Daniel Spoerri ricreando delle opere di natura morta al modo dei tre artisti.

Maria RoccaMaria Rocca, diplomata in Arte Applicata all’Istituto Statale d’Arte di Padova e laureata in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia, ha esposto a Venezia, Roma, Padova e Friburgo. Ha un’esperienza pluriennale al Museo Diocesano di Padova, dove si è occupata di didattica e laboratori artistici, ha realizzato laboratori di pittura nella Scuola Primaria di Padova e collaborato a Società Sistema Museo di Perugia per i Musei di Strada Nuova a Genova. Realizza laboratori di pittura nel Tigullio e continua la sua ricerca come artista visiva.

 

 

Raffaella Campodonico

Educatrice laureata in Scienze Pedagogiche e dell’Educazione presso l’Università degli Studi di Genova. Ha lavorato in progetti per bambini, adolescenti, tossicodipendenti, persone disabili, e per servizi pubblici orientati verso fasce deboli. Oggi si occupa di progetti educativi per minori in situazione di disagio sociale e sostegno allo studio rivolto soprattutto ad alunni della Scuola Primaria, anche con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA). È co-fondatrice dell’Associazione Culturale La Contrada.