Ciao Scuola, come stai? Riflessioni attorno a un bene comune – Incontro con Fulvio Di Sigismondo

Per il nostro ciclo di Incontri in Contrada vi proponiamo un incontro sul tema della scuola perchè essa ci coinvolge come educatori, genitori, perchè conosciamo dei ragazzi che la frequentano, oppure perchè nelle scuole insegnamo. Un incontro sulla scuola perchè la riteniamo un bene comune, un ambito sul quale riflettere collettivamente per capire i cambiamenti avvenuti nel sistema scolastico, per comprendere quanto di buono c’è e va salvaguardato, ma per ragionare anche su degli aspetti critici rispetto ai quali forse può essere opportuno adottare qualche nuova strategia e qualche cambiamento.

Non abbiamo la presunzione, attraverso un incontro, di risolvere tutti i problemi che riguardano un mondo così complesso come quello della scuola, però, come è ormai nostra consuetudine, c’interessa creare un’occasione di dibattito e riflessione attorno a un tema che ha una rilevanza e una centralità nel contesto della nostra società.

L’ingresso all’incontro Ciao Scuola, come stai? – Riflessioni attorno a un bene comune, che si terrà al Centro Studi La Contrada venerdì 7 novembre alle 20:45, è libero, con prenotazione obbligatoria chiamando il 347.2248330 oppure via mail info@associazionelacontrada.com.

Centro Studi La Contrada - Ciao Scuola, come stai?

fulvio di sigismondo
Fulvio Di Sigismondo, educatore professionale e formatore, è coordinatore del Centro Giovani Chiavari e dell’Informagiovani Chiavari: ha operato nell’ambito di servizi per il trattamento delle dipendenze e ha collaborato a varie ricerche concernenti i temi della condizione giovanile. Si occupa anche di formazione rivolta a genitori, insegnanti ed educatori, progettazione e gestione di servizi per giovani e adolescenti.

Raffaella Campodonico

Educatrice laureata in Scienze Pedagogiche e dell’Educazione presso l’Università degli Studi di Genova. Ha lavorato in progetti per bambini, adolescenti, tossicodipendenti, persone disabili, e per servizi pubblici orientati verso fasce deboli. Oggi si occupa di progetti educativi per minori in situazione di disagio sociale e sostegno allo studio rivolto soprattutto ad alunni della Scuola Primaria, anche con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA). È co-fondatrice dell’Associazione Culturale La Contrada.