Coltivate intuizioni; scrivete tutto, ma preservate il disordine: buon 2016 dal Centro Studi La Contrada

“Fate una passeggiata; coltivate intuizioni; scrivete tutto, ma preservate il disordine del vostro archivio; abbracciate la serendipità; commettete errori fecondi; appassionatevi a hobby molteplici; frequentate i caffè e le altre reti liquide; seguite i link; lasciate che altri sfruttino le vostre idee; prendete in prestito, riciclate, reinventate. Costruite una plaga lussureggiante.”

Steven Johnson – Dove nascono le grandi idee. Storia naturale dell’innovazione (Rizzoli 2011)

È trascorso un altro anno da quando il Centro Studi La Contrada ha iniziato la sua attività: il 2015 ci ha permesso di sviluppare progetti, incontri, condivisioni, fatica e buoni propositi.

Tutto cominciò in una sera di primavera di qualche anno prima ancora, quando – davanti a una pizza – iniziammo a sognare un posto dove le idee, nostre e di chi avrebbe voluto condividere questa avventura, potessero trovare il modo di prendere forma.
Nacque così il progetto Centro Studi. Entusiasmo, caparbietà, passione e speranza sono stati gli ingredienti principali che, fin da subito, ne hanno permesso la realizzazione.

Concluso un intenso 2015, è dunque tempo di bilanci e nuove prospettive anche per noi, e a quasi due anni dalla partenza guardiamo la strada percorsa.

La nostra storia professionale è da sempre legata al sociale, per questo in tutte le attività del Centro Studi poniamo una particolare attenzione agli aspetti socio educativi. Gli incontri proposti a genitori, insegnanti, educatori e a chiunque sia stato interessato ad approfondire queste tematiche hanno avuto una risposta partecipata, segno che la formazione e il confronto continuano a rappresentare, per fortuna, bisogni emergenti.

L’attività di Sostegno allo Studio, rivolta soprattutto ad alunni con Disturbi Specifici dell’Apprendimento, rappresenta una delle tante maglie che compongono la rete del sistema didattico e scolastico, un supporto quindi che coinvolge, oltre che lo studente, anche gli insegnanti e la famiglia. È di fondamentale importanza infatti che il lavoro sia condiviso e frutto di un’alleanza educativa tra tutti i protagonisti che fanno parte di una così complessa realtà formativa.

Con i corsi di Alfabetizzazione Digitale desideriamo offrire un servizio diventato ormai necessario al giorno d’oggi, per chi è studente o lavoratore, ma non solo. Questa attività rappresenta anche l’occasione di dimostrare che il mondo digitale è fruibile da tutte le persone, se formate ed educate all’utilizzo degli strumenti. Usufruiscono infatti dei nostri corsi utenti di ogni età, professione e classe sociale che, grazie all’impegno e alla fiducia che ripongono nel nostro lavoro, imparano a riconoscere tutte le opportunità che il mondo digitale offre. E questa è per noi una delle sfide più importanti da vincere.

Anche con l’attività di formazione nell’ambito del Web Marketing vogliamo dare strumenti e strategie utili al potenziale creativo, di un professionista o di un’azienda, lavorando sulla capacità di promuovere se stessi attraverso una comunicazione adeguata e di qualità.

La formazione e l’educazione all’uso degli strumenti digitali si ritrovano quindi ad essere denominatori comuni nell’ambito professionale ed educativo, dal marketing alla media education.

Diversi professionisti hanno preso parte ai nostri progetti, permettendo al Centro Studi di espandere notevolmente le proprie proposte in campo culturale e artistico: corsi di pittura e laboratori di pittura per bambini, incontri culturali, corsi di pianoforte, chitarra, scrittura canzoni e laboratori di musica d’insieme, fino a percorsi di orientamento al lavoro e molte iniziative sulle quali stiamo lavorando prenderanno vita nei prossimi mesi.

Pensiamo che le idee prolifichino in ambienti aperti e interconnessi, dove la creatività delle persone trova terreno fertile per le le proprie radici. Questo è ciò che rappresenta per noi il Centro Studi La Contrada e il desiderio è che esso possa proseguire nella sua crescita attraverso un continuo e denso lavoro di rete e di confronto.

Desideriamo pertanto ringraziare, in questo inizio di nuovo anno, tutte le persone che ci hanno aiutato e che hanno sempre creduto in questo percorso che continuamente muta e si rinnova: non è semplice mantenere vive realtà come la nostra che scommettono sulle proposte culturali e formative.

Lo facciamo attraverso alcune battute della sceneggiatura di Ratatouille, un celebre film di animazione, in cui ritroviamo le nostre idee: “…nel grande disegno delle cose, anche l’opera più mediocre ha molta più anima del nostro giudizio che la definisce tale. Ma ci sono occasioni in cui un critico qualcosa rischia davvero. Ad esempio, nello scoprire e difendere il nuovo. Il mondo è spesso avverso ai nuovi talenti e alle nuove creazioni: al nuovo servono sostenitori.

Buon 2016 dal Centro Studi La Contrada!

Raffaella Campodonico

Educatrice laureata in Scienze Pedagogiche e dell’Educazione presso l’Università degli Studi di Genova. Ha lavorato in progetti per bambini, adolescenti, tossicodipendenti, persone disabili, e per servizi pubblici orientati verso fasce deboli. Oggi si occupa di sostegno allo studio rivolto soprattutto ad alunni della Scuola Primaria, in particolare con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA). È cofondatrice dell’Associazione Culturale La Contrada.